Licenza Creative Commons
Questo/a opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia .

Translate

Murci è una frazione del comune di Scansano, situato nell'estremità nord-occidentale del territorio comunale, nei pressi della strada statale 323 Amiatina.Murci viene citata per la prima volta in alcuni documenti del X secolo, con il nome latino di curtis Murcia, o talvolta Mustia. Piccolo agglomerato rurale, il borgo di Murci era alle dipendenze del vicino Castello di Cotone, i cui abitanti, una volta decaduto il castello, popolarono la frazione e altre dei dintorni, come Polveraia e Poggioferro. Nel 1419, una spedizione punitiva senese attaccò il poco distante borgo di Saturnia, i cui abitanti fuggirono e pochi superstiti furono accolti a Murci. La frazione divenne una delle più popolose del territorio, grazie ai numerosi abitanti acquisiti da Cotone e Saturnia, e successivamente, nel corso del Seicento, dalla vicina Cana, i quali portarono nel borgo la Madonna della Consolazione di Cana, dipinto che venne posto nella chiesa di San Domenico.







La Chiesa di San Domenico

La chiesa di San Domenico è un edificio sacro situato a Murci, nel comune di Scansano.
Eretta intorno alla metà dell'Ottocento, conserva, nell'altare maggiore, un dipinto seicentesco con la "Madonna con Bambino, san Domenico e santa Caterina", denominato "Madonna della Consolazione" o "di Cana", in quanto proveniente dalla cappella di Santa Maria del Conforto di Cana, paese i cui abitanti a partire dal Seicento si erano progressivamente trasferiti a Murci.